Liveblogging da Frontiers Of Interaction III – 1


09.30.00 Flavio de Paoli presenta le attività della Bicocca e del Dipartimento di Scienze dell’Informazione. Conferma come in tre anni Frontiers sia cresciuto come evento in modo esponenziale. Ma c’è ancora spazio! Rispetto ai 250 partecipanti di quest’anno, l’aula magna dell’Università può accogliere fino a 1000 persone.

09.49.53 Video di benvenuto di Pabini Gabriel-Petit che era intervenuta nell’edizione precedente.

09.59.21 Fabio Sergio di frogdesign parla dei telefoni cellulari e di come questi possono rispondere ai bisogni dei singoli. Ringrazia Leandro e Matteo perché sono poche e preziose le occasioni per incontrarsi e parlare di questi argomenti in Italia. Presenta frogdesign. Il telefono non è più solo un telefono: il loro ruolo è cambiato. E’ diventato il “personal remote control for life”. I telefoni però non corrispondono né dal punto di vista del hardware né dal punto di vista del software alle esigenze degli utilizzatori. Quando gli viene chiesto cosa vogliono, rispondono che vogliono semplicità. Che non significa nello stesso tempo alla semplificazione. C’è bisogno di una personalizzazione permanente: ‘always-on personalization’. Che non è il telefono di Dolce Gabbana! L’extreme modding permette di portare vicino alla persona l’oggetto. Il hardware sta cambiando con le tecniche di produzione rapida e gli strumenti di grafica 3d per tutti e le stampanti 3d.

10.16.38 Fabio continua parlando di marketplace emergenti menzionando Ponoko che permette di stampare il modello creato in Google Sketchup. Bisogna quindi cominciare a parlare di sistemi e non più solo di mercati. Un modello emergente di design è ‘mix, match, try, refine, iterate’.

10.25.17 Alessandro Valli. Digital does not exist. It is just a form of representation. Non c’è da creare un’esasperazione per il digitale: le cose esistono, quelle con cui siamo in contatto tutti i momenti. Il digitale è semplicemente un insieme di possibilità aggiuntive per le cose, che possono essere oggetti o ambienti. (Mostra lo schermo interattivo comandato da gesti). Espone i due concetti di Ubiquitous Computing e di Calm Technology. Fa esempi di esperienze basati su questi con oggetti e spazi.

Simplicity is the ultimate sophistication – Leonardo Da Vinci
(non penso l’avesse detto in inglese 🙂 !)

10.41.11 Paolo Rigamonti di Limite Zero. Una coppia di persone che lavora insieme da una decina di anni. (scusa Paolo, ma devo fare una pausa!)

12.52.27 Presentazione di 7thfloor. Sorry, prendo un’altra pausa. Seguite i tweet di Alberto D’Ottavi nel frattempo!

(Tag: frontiers07)