Analizzare la Singolarità si può!


Ci siamo trovati circa venti persone ieri sera presso SCM, grazie ad un’idea di Gianandrea e la gentile concessione del nome DrinkLink da parte di Leandro, e abbiamo parlato fino a mezzanotte di Singolarità Tecnologica.

La discussione è stata veramente stimolante, con un apporto dinamico ed energico da parte di tutti. E’ stato rinfrescante vedere come si poteva coniugare la critica delle posizioni, con un atteggiamento comunque costruttivo e che guarda avanti.

Ci sono state anche alcune deduzioni secondo me significative, sulle possibili fonti di conflittualità futura e sulle correlazioni tra diverse mitologie e quella che oggi si sta sviluppando. Ci vorrà qualche giorno perché il tutto si assesti, e poi mi preparerò a scriverne in modo più esteso.

Si stanno accumulando i post sulla serata, nonché le foto. Abbiamo anche registrato tutto in audio e video, per cui editing permettendo, sarà presto consultabile anche online.

Come con Schwarzschild, Einstein, Hawking e altri le proprietà dei buchi neri sono stati analizzati per realizzare previsioni scientificamente verificabili, così, con tenacia e rigore, anche i presunti limiti alla conoscenza rappresentati dalla Singolarità Tecnologica possono essere superati. (Senza volerci paragonare agli scienziati che ho menzionato! 🙂 )

Alla prossima!