La diffusione dei sistemi aperti – Spreading Openness – a Sci(bzaar)net


Sabato scorso a Milano, sotto l’attentissima organizzazione e dall’idea originaria di Gianandrea, si è svolto l’incontro Sci(bzaar)net, dove sono intervenuto con una mia analisi. Ho elencato tre punti cardinali per l’affermazione dei sistemi aperti e come questa sia di per sè un’importante elemento dell’evoluzione dell’evoluzione!

I tre punti sono: la scienza aperta, che ho rappresentato con il tramonto dell’alchimia, la società aperta, rappresentata dalla fine della servitù della gleba e i sistemi riflessivi, che abbiamo appena cominciato esplorare.

Ecco il video e le slide dell’intervento, uniti con un sistema nuovo, che mi è stato indicato da Fabrizio e che trovo veramente utile:

<div><a href='http://www.omnisio.com'>Share and annotate your videos</a> with Omnisio!</div> <p>

Il tema di Sci(bzaar)net è di fondamentale importanza. Se non riusciamo accelerare le interazioni tra ricerca, didattica, apprendimento, innovazione, divulgazione, imprenditoria, continueremo a guardare passivamente il mondo e subire l’impatto del cambiamento senza riuscire a gestirlo.

Il formato inventato da Gianandrea che ha mescolato barcamp e PechaKucha insieme è molto interessante. Penso che possa essere riutilizzato anche per altri eventi con successo. Richiedere interventi brevi di 10 minuti, strettamente osservati, costringe alla chiarezza del messaggio. Permettere ad un numero più ampio di persone di intervenire, ma sempre con un vincolo di un numero massimo di partecipanti offre spunti variegati, ma rimanendo sul tema, e permette, con un po’ di fortuna, di sintetizzare alla fine della giornata delle conclusioni da cui successivamente ripartire.