Cuba sta aspettando il cambiamento

Cuba sta aspettando il cambiamento


IMG_7332

In un mondo che ha deciso di allontanarsi dal esperimento delle economie pianificate, la fedeltà di Cuba al modello fallito ha mantenuto la sua società in uno stato di animazione sospesa. Milioni di persone vivono una vita che non può permettergli di soddisfare il loro pieno potenziale. La revoca dell’embargo da parte degli Stati Uniti non porterà semplicemente Cuba nel palcoscenico mondiale dello scambio e del commercio. Questa vivace cultura caraibica ha l’opportunità di permettersi un salto nel ventunesimo secolo, abbracciando le nuove generazioni di tecnologie che sono più performanti e di creare un modello socio-economico sostenibile.

Ho trascorso due settimane a Cuba nel mese di luglio 2015, per il mio cinquantesimo compleanno e per risposarmi, solo informalmente e romanticamente tra noi due con Diana, la donna della mia vita, con la quale sono stato sposato per 28 anni. Questa è stata la prima volta che sono stato a Cuba, ed ero molto curioso di conoscere la sua gente, la società, l’economia, la politica, le sfide e le opportunità in questo momento cruciale della sua storia.

L’impressione generale dell’atteggiamento della stragrande maggioranza delle persone è quella dell’attesa. Non si può sostenere il fervore rivoluzionario per cinquant’anni. Sì, Cuba ha cacciato il suo dittatore, ed è stato in grado di mantenere la propria economia socialista pianificata per tutti questi anni. In primo luogo, con l’aiuto dell’Unione Sovietica, poi, quando si è sciolta, i russi non se ne sono preoccupati più, e dopo una crisi lacerante, ora è la volta dei venezuelani e dei cinesi per fornire petrolio e manufatti, con meno domande possibili. L’embargo degli Stati Uniti, piuttosto che abbattere il regime, come ingenuamente immaginato dai gringos, ha servito come una scusa universale perfetta per nascondere ogni fallimento dell’economia pianificata. Non puoi avere gli ultimi modelli di automobili (o molto pochi in realtà) costruite dopo il 1950? Dai la colpa agli Estados Unidos. Non sei in grado di produrre abbastanza latte in un’isola fertile che non è sovrappopolato, che ha abbondanza di vegetazione, e di mucche? Ancora probabilmente la colpa è sempre degli USA.

I lavori di fittizi che il governo fornisce a chiunque, per rivendicare la mancanza di disoccupazione crea orde di persone senza speranza del proprio valore. È inoltre stata imposta un’uguaglianza su coloro che investono nella loro formazione e sogni, e non raccolgono alcuna ricompensa, come il fratello del nostro tassista che guadagna molto meno, anche se ha studiato ingegneria petrolchimica e lavora in una compagnia petrolifera statale, e l’autista no.

Incontrare i piccoli truffatori a La Habana che cercano di ingannare i turisti a comprare sigari di bassa qualità o souvenir per dieci volte il prezzo è stato un sollievo. L’iniziativa individuale e di zelo imprenditoriale nasce necessariamente nell’economia sommersa definita da regole arbitrarie e può dare vita ad un gruppo di persone che sono pronti a investire su se stessi e sulle loro comunità per farle uscire da una povertà imposta. Con i cambiamenti a venire questi si sentiranno avvantaggiati, mentre coloro che sono fedeli alla passività richiesta dal governo saranno sorpresi dal fatto che non solo non verranno ricompensati, ma molto rapidamente il loro posto di lavoro e sicurezza scompariranno, mentre le aziende diventano più efficienti e le reti di sicurezza sociali vengono smantellate.

L’odore di tutte le solite trappole orribili che vengono con mercati non regolamentati e incontrano consumatori inesperti è già nell’aria: schemi piramidali, creme miracolose, pubblicità selvaggia, tutto il male che già ha spazzato l’Europa dell’est, Russia, Albania, ecc. con la necessità di anni prima che un nuovo equilibrio semi-decente venga trovato.

Quando gli analisti hanno esaminato l’Africa negli anni ’80 hanno fatto notare che non avrebbero mai potuto avere un servizio telefonico perché non c’era abbastanza rame da estrarre per posare tutti i cavi nell’enorme continente. E, naturalmente, con il servizio di telefonia senza fili ormai praticamente tutti hanno un accesso a un telefono cellulare in Africa. Questo salto che la tecnologia permette è una grande opportunità anche per Cuba.

Se sono intelligenti, e non cadono nella trappola dei falsi sillogismi dell’economia di mercato, saranno in grado di creare una moderna economia e una società del ventunesimo secolo attraverso dei grandi salti nei passaggi non necessari che l’ultima parte del ventesimo secolo ha richiesto. Vuoi più elettricità? È possibile installare i pannelli fotovoltaici. (Ho già visto che Israele ha fornito dei pannelli solari, anche se molto pochi.) Hai bisogno di una maggiore mobilità e trasporto? Come si rinnova il parco auto della nazione, l’adozione delle app di mobile carsharing può alleggerire il carico sulle strade, aumentando l’efficienza della rete di trasporto.

L’investimento che Cuba ha fatto attraverso i suoi medici attivi in ​​tutto il mondo, e attraverso l’educazione di decine di migliaia di studenti provenienti da paesi africani sarà di lunga durata e importanza. Si tratta di un modo intelligente per sfruttare la sua economia della conoscenza, e quando, attraverso nuove connessioni internet veloci, senza censure l’interconnessione nel resto del mondo sarà completa, tale avviamento genererà un vasto ritorno.

Il giorno in cui me ne sono andato, è stata aperta l’ambasciata degli Stati Uniti ad Havana, e il giorno dopo la prima operazione di Bitcoin è stata effettuata a Cuba … La nuova società che sta per essere costruita non deve essere un replay della dittatura che è stata scacciata. La gente desiderosa, fiera e felice di Cuba si merita l’opportunità e l’aiuto per costruire un futuro per se stessa, implementando le migliori pratiche ed evitando gli errori degli altri.

This post is also available in: Inglese